8 errori critici sugli eCommerce da evitare

Scegli la piattaforma giusta per il tuo eCommerce

Gestire un’impresa è come scalare una montagna.

È  importante evitare errori comuni che altri competitor potrebbero fare. Per far crescere l’attività di ecommerce, bisogna porre attenzione su questi 8 errori critici da evitare quando vendi online.

ERRORE 1 | SCEGLIERE LA PIATTAFORMA ECOMMERCE SBAGLIATA

Non importa essere alle prime armi o gestire da tempo un negozio online, la piattaforma può davvero fare la differenza per l’attività.

La piattaforma di un’ecommerce, non solo determina come mostrare i prodotti e venderli ai clienti, ma svolge un ruolo  importante nel modo in cui attiri gli utenti. Definito il piano aziendale, i fattori da tenere in considerazione per la scelta della piattaforma sono:

  • Definire i prodotti da offrire
  • Scegliere come scalare l’attività
  • Decidere il controllo che si vuole avere sul sito
  • Scegliere quali strumenti è necessario integrare alla piattaforma
  • Definire il budget
  • Decidere se usare un template o un design personalizzato
  • Pensare al tipo di esperienza che i clienti vogliono fare

La scelta sbagliata della piattaforma ecommerce può portare a una serie di problemi come perdita di entrate, riduzione del traffico o problemi di sicurezza.


ERRORE 2 | NON DEFINIRE E COMPRENDERE IL PROPRIO TARGET

Hai prodotti, hai un business plan e hai un sito web, di cos’altro potresti aver bisogno?

Sfortunatamente, non è sufficiente avere semplicemente un’offerta per avere davvero successo con l’ecommerce.

Uno degli errori più grandi non è definire chiaramente il proprio target di riferimento, ma le tempistiche per capire cosa lo rende felice.

È necessario fare un tuffo nelle ricerche di mercato per assicurarti che:

  • Il pubblico ha effettivamente bisogno del prodotto
  • Sapere come comunicare l’offerta in una lingua comprensibile
  • Sviluppare una strategia di marketing per mettere il target di riferimento in primo piano

Definire e comprendere il pubblico di destinazione, aiuterà a creare un’esperienza che ricorderà e un messaggio di marca che li invogli a comprare più volte.

Per creare un profilo di chi è il “cliente”, è necessario condurre ricerche di mercato. Questo comporta:

  • Conoscere i punti deboli dei clienti
  • Apprendere le soluzioni passate e capire perché non hanno funzionato
  • Conoscere quali valori sono importanti per il target
  • Capire dove e come interagiscono con i contenuti online
  • Verificare quale tipo di linguaggio gli appartiene
  • Capire come il prodotto può risolvere i problemi

Con queste informazioni, è possibile posizionare i prodotti davanti alle persone giuste e comunicargli perché si distinguono da quelli dei concorrenti.

ERRORE 3 | NON UTILIZZARE UN DESIGN RIADATTABILE

La scelta della piattaforma ecommerce giusta, include l’utilizzo del design del sito, definito per la crescita futura.

Non bisogna pensare in piccolo. Se la visione è quella di espandersi in nuovi mercati, l’integrazione di funzionalità complesse e l’offerta di una gamma più ampia di prodotti, allora il sito web dovrebbe essere impostato per adattarsi a questo.

Discutere le opzioni con il rappresentante della piattaforma ecommerce o lo sviluppatore web è importante per far evolvere la progettazione del sito in relazione alla crescita aziendale.

ERRORE 4 | NAVIGAZIONE COMPLESSA E UX

L’ecommerce dovrebbe essere un connubio tra funzionalità e design. Il sito non deve avere solo un bell’aspetto, ma deve fare convertire i visitatori in clienti attivi.

Se la navigazione utilizza termini confusi, i contenuti sono difficili da trovare o alcune funzionalità non funzionano correttamente, gli utenti si sentiranno frustrati e abbandoneranno la piattaforma.

Collaborare con un esperto di UX  serve a ottimizzare il sito, ottenendo una navigazione fluida e un’esperienza utente piacevole per i clienti. Ciò consentirà agli utenti di trovare le informazioni che stanno cercando più velocemente, aumentando le vendite.

ERRORE 5 | IL CONTENUTO DEL SITO WEB NON È CRO O SEO-FRIENDLY

Se l’attività di ecommerce si basa sul traffico organico al fine di attirare i clienti, allora il contenuto dovrebbe essere scritto pensando all’utente e al SEO.

Dalla home page alle descrizioni dei prodotti, bisogna offrire contenuti che siano appropriati al pubblico, ottimizzati per il traffico dei motori di ricerca e che inducano gli utenti ad acquistare.

Investire in contenuti SEO e CRO-friendly è fondamentale. Ciò significa utilizzare le parole chiave giuste per la tua nicchia.

ERRORE 6 | PROCESSI DI CONTROLLO TROPPO COMPLESSI

Completati i passaggi iniziali, è il momento di procedere all’acquisto. Sfortunatamente, questo è il momento in cui molte aziende di ecommerce vedono carrelli abbandonati.

Le motivazioni possono essere numerose: principalmente la procedura di checkout è semplicemente confusa. Se i clienti vengono distratti durante il processo di checkout, è probabile che si arrenderanno prima di effettuare l’acquisto.

Progetta un processo di checkout semplice:

  • Non chiedere ai clienti di creare un account prima di acquistare un prodotto. Completa il checkout e poi richiedi eventualmente la registrazione.
  • Il sito deve essere chiaro e dettagliato. 
  • Descrivi i passaggi esatti per effettuare l’acquisto. I pulsanti dovrebbero essere grandi e accattivanti.
  • Infine, non colpirli con termini o costi imprevisti durante il processo di checkout.

Tutto dovrebbe essere semplice e ben definito dall’inizio.

Effettuare un acquisto implica un certo grado di fiducia e non bisogna dare ai clienti alcun motivo per pensare di essere subdoli.

ERRORE 7 | NESSUN MARCHIO O IDENTITÀ AZIENDALE FORTE

Non commettere l’errore di pensare che i prodotti siano abbastanza buoni da vendersi autonomamente. Al fine di creare un business fiorente, serve coltivare una forte identità del brand che sia facilmente riconoscibile per il pubblico e che possa favorire la brand awareness virale.

Sii autentico e coerente

Se il marchio rappresenta alta qualità, affidabilità, divertimento e convenienza, i valori dovrebbero essere evidenti in tutti i tuoi contenuti, marchi e marketing. Avere una forte identità di marca aumenta la fedeltà dei clienti e aumenta le potenzialità della diffusione del marchio.

ERRORE 8 | SERVIZIO CLIENTI POVERO
Il servizio clienti comprende:

  • Il modo in cui si risponde ai messaggi degli utenti attraverso il sito.
  • Il tono con il quale si risponde alle domande e ai commenti sui social media
  • La modalità con la quale vengono gestiti i reclami dei clienti per telefono e via email.

La scarsa assistenza al target è il modo più sicuro per perdere i clienti esistenti e ostacolarne l’acquisizione.

  • Essere presenti quando hanno bisogno
  • Essere disponibile per gli utenti in ogni fase del processo di vendita, dalla ricerca delle informazioni, al check-out.

Questo aiuta i clienti a non avere problemi durante tutto il processo di checkout. Essere in grado di risolvere, problemi persistenti, in modo rapido e professionale soddisferà l’utente finale.

Ora che avete chiaro gli 8 errori da non commettere affidatevi ad un team di consulenti e sviluppatori certificati Magento per sviluppare il vostro progetto eCommerce.