Aumentare le vendite di un eCommerce

6 consigli utili per incrementare il tasso di conversione del vostro business online

Inutile negarlo: il punto cruciale di ogni progetto eCommerce è il tasso di conversione. Più banalmente, la riuscita del business dipende da quanto fatturato e vendite riuscite a realizzare con il vostro negozio online. Lapalissiano sulla carta, molto meno scontato nella realtà.

Esiste una formula magica che, se applicata alla lettera, consentirà al vostro eCommerce di fare il boom? No, ci dispiace.

Esistono una serie di buone norme da seguire che vi porteranno all’aumento delle vendite? Senza dubbio, sì. Abbiamo deciso di riassumerle in 6 punti fondamentali, da non scordarsi più.

La piattaforma è alla base del successo

Per assicurarvi di guidare una Ferrari, partite dalla meccanica.  Verificate innanzitutto di aver scelto la piattaforma più adatta alle esigenze del vostro business, in termini di performance e di funzionalità. Noi, ad esempio, scegliamo Magento perché professionale, customizzabile e performante. Se individuate punti deboli e piccole falle nel sistema, non aspettate che diventino voragini: rivolgetevi a professionisti che vi aiutino a risolverli. Soprattutto, garantite al vostro negozio online snellezza e velocità:  un solo secondo in più nel tempo di caricamento della pagina può realmente fare la differenza tra l’acquisto dell’articolo e l’abbandono del carrello.

Web design

Se per i negozi fisici esistono i visual merchandiser, per gli eCommerce si parla di Web designer: figure il cui compito è scatenare l’effetto wow ad ogni passante, o in questo caso ogni utente che capiterà sul vostro sito. Lo shop online con una marcia in più sfoggerà una grafica coordinata ed accattivante, che ne valorizzi l’usabilità e stimoli i desideri e i bisogni di un potenziale cliente.  Va da sé che le foto prodotto dovranno essere professionali ed esaltare gli articoli, proprio come in una vera vetrina.  Sarà inoltre necessario monitorare il comportamento degli utenti e modificare di conseguenza l’aspetto delle pagine: è dimostrato come la struttura delle pagine prodotto, il colore e la dimensione delle call to action possano avere significativi effetti sul tasso di conversione di un eCommerce.

Copywriting

No, non diremo ancora una volta che “content is the king”, ma ci sembra giusto sottolineare come anche la scelta dei testi giochi la sua parte nell’incremento delle conversioni. Innanzitutto, perché un buon copy in ottica SEO può aiutare l’eCommerce a scalare posizioni nei motori di ricerca, soprattutto se coadiuvato da un blog ben curato. In secondo luogo, perché occupa un ruolo importante nella parte più emozionale ed istintiva del processo d’acquisto: la reason why del prodotto dev’essere talmente convincente da poter abbattere le ultime barriere.

Semplicità

Se c’è una cosa in grado di irritare il potenziale acquirente è la complessità del processo. Sempre più spesso si ricerca la fruibilità e la velocità d’acquisto: basta un passaggio di troppo per perdere una vendita. Meglio cercare di progettare le pagine dei prodotti come se fossero vere e proprie landing page, con tutte le informazioni necessarie, ed ottimizzare la pagina del checkout, come abbiamo spiegato in questo articolo.

Rassicurazione e fiducia

Questo è un punto davvero molto, molto importante. Ricordatevi sempre che l’acquisto online è una pratica che si sta diffondendo solo negli ultimi anni, e porta con sé una montagna di dubbi e ansie. Soprattutto in Italia. Riassumiamo alcune ottime pratiche che possono aiutarvi ad instaurare da subito un rapporto di fiducia con i vostri futuri clienti:

    • Scegliere metodi di pagamento ritenuti sicuri. Ormai sia Mastercard che Visa propongono soluzioni specifiche per la vendita online. Paypal è una soluzione sempre valida. A seconda dei prodotti che vendete, valutate anche il pagamento in contrassegno; seppur più costoso, viene in alcuni casi preferito alle altre tipologie.
    • Chiedere è lecito solo quando è necessario. Non chiedere troppi dati al cliente e soprattutto non chiederli se non strettamente necessario. Spiegate sempre il perché ne avete bisogno e come li utilizzerete, siate trasparenti e sinceri e sarete ripagati.
    • Recensioni, sì o no? Da valutare bene: può essere un’arma a doppio taglio. Tuttavia, permettere le recensioni significa rassicurare gli utenti che sì, la vostra è un’attività seria, sicura ed affidabile.

SEO, SEM, Marketing per eCommerce

Abbiamo già parlato più volte dell’importanza della SEO e della SEM. Il consiglio che ci sentiamo di dare è di supportare queste attività con iniziative di marketing ad hoc, che possono essere coupon, promozioni, email marketing, sampling, concorsi a premi volti non solo ad acquisire nuovi clienti, ma a fidelizzarli. Con l’aiuto di professionisti del settore mettete a punto un buon marketing plan dandovi obiettivi a breve, medio e lungo termine; pianificate la comunicazione, non lasciate nulla al caso. I risultati non tarderanno ad arrivare.